FIORELLO D’URSO e la macchina del fango

Rosario Fiorello Barbara D'Urso Mattino Cinque

 

Insensata e priva di fondamento la polemica tra Rosario Fiorello e Barbara D’Urso che ha voluto solo dire la sua, orchestrata dai soliti noti contro la TV della cronaca nera che continua a fare ascolti e sopratutto servizio pubblico.

Troppo spesso i talk sono stati messi sotto accusa senza motivo, rei di fare ascolti  molto spesso sensibilizzando l’opinione pubblica su tematiche sociali come femminicidi, violenza contro le fasce deboli della nostra società.

Che Fiorello sia un grande comunicatore e professionista questo non ci piove ma che una mattina qualsiasi si alzi e  si autoproclami critico TV, non va bene in un momento particolare della nostra Italia dove le donne sono sempre più bersagliate e vessate vittime della violenza.

A ognuno il suo ruolo, nulla ci sarebbe stato di male se a muovere la polemica fosse stato Aldo Grasso uno dei maggiori critici TV contemporanea a volte irriverente ma sicuramente adeguatamente professionale e bilanciato.

Tanti i talk che in qualche modo hanno voluto prendere di mira velatamente o meno Barbara D’Urso tra le più amate conduttrici italiane, forte degli ascolti di Pomeriggio 5 e Domenica Live pazzeschi e senza precedenti, ma sicuramente l’attacco è alla TV che racconta la cronaca nera in qualche modo finita sotto la mira di Riccardo Bocca e TV Talk del Sabato pomeriggio di Rai 3 di Re Max Bernardini.

La domanda sorge spontanea, chi c’è dietro questa polemica orchestrata contro i talk Tv che raccontano anche pagine di cronaca nera? che stavolta hanno cavalcato e sottolineato una semplice affermazione di Rosario Fiorello  a volte quelle di altri?

La TV sicuramente deve essere raccontata senza peli sulla lingua e senza la spettacolarizzazione del male, ma deve essere raccontata, perchè proprio raccontandola si forma una coscienza sociale e spesso politica, su tematiche purtroppo sempre più tristemente attuali.

Giustamente ha fatto bene Barbara D’Urso a dire la sua  e imbufalirsi  perchè fraintesa  e sopratutto strumentalizzata dichiarando dopo l’intervista a Ylenia, la ragazza di Messina presunta vittima del suo ex, dichiarando :”Io stavo cercando disperatamente di convincere la ragazza, innamorata di questo ragazzo, che l’amore può degenerare e trasformare un uomo innamorato in uno schifoso criminale, una bestia che va punita e va curata”

La mia visione su questa bolla di sapone è che sia Fiorello che Barbara D’Urso siano stati sapientemente strumentalizzati a loro insaputa per colpire altri e un modo di fare TV che guarda caso fa numeri e produce profitti al mondo della pubblicità.

Rosario Fiorello Barbara D’Urso Mattino Cinque