LA COPERTINA DELLA PRIMA SERATA DI SANREMO 2017

La 67 esima edizione del Festival di Sanremo che celebra la canzone italiana è iniziato con una copertina a dir poco emozionante, da pelle d’oca a rimembrar i vari anni passati.

Sembrava uguale a quella dello scorso anno, cioè una sequenza di spezzoni di canzoni che hanno partecipato alla carmesse, circa 30 minuti, dagli anni in cui la TV era in bianco e nero fino ad oggi, solo che vi è stata una differenza sostanziale.

L’anno scorso furono citate tutte le canzoni vincitrici dal 1951 con Nilla Pizzi col brano “Grazie dei Fiori”,  quest’anno invece gli autori hanno avuto l’idea di ricordare per tutti gli anni, vari brani che non hanno invece vinto l’ambito premio ma sono stati consacrati dal pubblico, proclamandone  il reale successo, brani che ancor oggi fanno parte dei cavalli di battaglia di tanti  artisti.

Tra i tantissimi menziono:

Vasco Rossi, arrivato tra gli ultimi con “Vita spericolata”

Eros Ramazzotti, 6°posto con “Una storia importante”

Ricchi e Poveri, con “Sarà perché ti amo”, al 5°posto nel 1981 e nello stesso anno al 2°posto

Loretta Goggi con “Maledetta Primavera”,  eliminato fu

Luigi Tenco, con “Ciao Amore, ciao” nel 1967 in classifica fu dodicesima su 16 brani.

AL Bano & Romina Power, arrivati al 4° posto col loro brano “Felicità”.

Come dice Carlo Conti “Tutti cantano Sanremo!” anche se non si vince.

 

Bel messaggio positivo,”raggiungere la vetta, non sempre vuol dire vittoria”..questa va dimostrata a lungo termine, “se vali, il Tuo momento arriverà!”.

A stasera, in attesa di risentirla ed emozionarci insieme, a quella che, per me, resta una gran festa italiana il nostro “Festival di Sanremo”.

Anita Florence