“Je sto’ vicino a te” in ricordo del Grande Pino Daniele

18 Marzo 2017 al teatro Palapartenope di Fuorigrotta (NA) si è svolta, col patrocinio del Comune di Napoli, la manifestazione canora “Je sto’ vicino a te” in ricordo del Grande Pino Daniele.

Organizzata dal fratello Nello che ha ringraziato per la fondamentale collaborazione il Sindaco Luigi De Magistris, per festeggiare il 62°compleanno del suo Caro ha invitato numerosi ospiti che hanno interpretato con emozione vari brani dell’anima napoletana dal sapore Blues, il tutto senza far pagare nulla al fortunato pubblico che ha ricevuto inviti prenotandosi online.

Il concerto ricordo è iniziato con Nello Daniele con il brano “Je so’pazzo”, poi standing ovation con l’arrivo di Nino D’angelo, a seguire tanti artisti noti e di successo come Sal Da Vinci, Nino Buonocore, 99 Posse, Valentina Stella, Tony Cercola, Tony Esposito, Dody Battaglia dei Pooh, il Maestro Peppe Barra.

Tony Cercola ha fatto ballare tutto il pubblico ricordando un suo brano che tanto piaceva all’amico Pino “Kalimba de Luna”, i 99 Posse hanno cantato un brano che hanno scritto insieme al Daniele e sono stati onorati di aver avuto questo privilegio con “Curr curr uaglio’”, Nino Buonocore ha interpretato nel modo più fedele possibile il brano “Je sto vicino a te”, Dodi Battaglia con la sua chitarra ha fatto venir pelle d’oca col brano musicale “Parsifal”, Valentina Stella magistrale con “Senza e’ te”, il Maestro Peppe Barra ha cantato munito di nacchere, una sua canzone che tanto piaceva all’amico Pino Daniele “Cicirinella”, con la sua verve e carisma “così tanto per far divertire Pino da lassù..”

Prima però, il Maestro, ha orato un bel testo del poeta persiano Ruma:

 

Non dormire Amico mio questa notte,

Non dormire,

questa notte tu sei l’Aquila ed io il firmamento

Non dormire e … AMA,

Ama

Perché per chi ama molto la vita

è come un delicato fiore

che profuma col suo più dolce odore

il vento che sui petali strappò.

 

Vere e sentite le toccanti parole di Zulù dei 99 Posse, rimembrava al caloroso pubblico, che proveniva da ogni parte d’Italia, che essere su quel palcoscenico era da brividi, ha confessato che gli tremavano le gambe, tant’era forte e bella quell’emozione nel “celebrare Pino”, perché fino a che c’è il ricordo e si tiene viva la memoria, nessuno muore veramente e Lui “Pino Daniele” è e resterà sempre nei nostri cuori.

Grazie Pino!

 

Anita Florence