MATTINO CINQUE: LA STAGIONE NON DECOLLA – video

Mattino 5 la trasmissione mattutina di Canale 5, quest’anno non decolla negli ascolti, a parte qualche rimbalzo con le ospitate dei personaggi dei reality 3 giorni fa,  è sotto la media stagionale, Francesco Vecchi e  Federica Panicucci una delle conduttrici di punta Mediaset rimane sempre sotto gli ascolti di “Unomattina” condotta quest’anno da Valentina Bisti ex mezzobusto del Tg1 e Roberto Poletti ex giornalista mediaset  in questa “seconda vita” come dice lo stesso conduttore.

I motivi della flessione dell’edizione 2019/2020 sicuramente non da imputare alla conduzione, veramente impeccabile ma secondo i telespettatori alle tematiche affrontate, la puntata di questa mattina tra gli argomenti trattati il bullismo di cui è rimasta vittima Meghan Markle, moglie del principe  d’Inghilterra Harry, raccontata da Federica Panicucci, l’inviato mediaset da Londra e ospiti in studio.

Argomento troppo lontano dalla realtà dei telespettatori italiani, specialmente dalla platea mattutina composta, per lo più da casalinghe e anziani età media 65 anni, tralasciando argomenti più alla portata della platea di spettatori, alle prese con i tagli alla sanità, ai servizi.

Francesco Vecchi a mattino5

Alle 8.50 la scena passa di mano a Francesco Vecchi, ancora con un modo di condurre da mezzo busto, poco incline ai talk show, la tematica di stamattina il problema dei rifiuti a Roma, un problema annoso che per fortuna non interessa tutta Italia ed ecco che le curve degli ascolti scendono, nonostante gli sforzi del telegiornalista Vecchi.

Mattino5 crolla lo share

Quest’anno il format era partito i primi giorni di programmazione di settembre, non superando mai il 12% mentre a fine mese intorno dal 13  al 15% di share, decisamente sotto la media degli ascolti delle edizioni precedenti, per dovere di cronaca il format è cresciuto rispetto al 2013, la puntata del 2 ottobre 2013 condotta dalla Panicucci e Federico Novella aveva segnato  588.000 spettatori (12.98%), nella prima parte, e 527.000 spettatori (11.23%) nella seconda, al di sotto delle punte di ascolti della scorsa stagione dove il contenitore ha superato anche il 19%.

Nemmeno la parlamentare Daniela Santanchè è riuscita a creare, una discussione in studio movimentata, una puntata decisamente costruita con l’intento di mettere in luce, il probabile fallimento l’amministrazione comunale di Virginia Raggi, nella gestione dei rifiuti.

Un Diego Fusaro in studio che utilizza una terminologia, poco vicina alle persone comuni ma strettamente atenea,  con termini desueti e superati, il servizio continua con le immagini dell’inceneritore di Copenaghen costruito da una azienda italiana e l’attacco alla diligenza della Santanchè al ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti dopo gli articoli apparsi ieri sui massimi quotidiani nazionali.

Le motivazioni del debug del contenitore mattutino, probabilmente da imputare al gruppo autorale che imposta la trasmissione sul gossip fuori porta,  e alle tematiche strettamente di politica italiana, in un orario dove La7 e Rai3 la fanno da padrona con trasmissioni più consone e incline ai temi della politica.

 

Maria Luisa Creati