RAI1: CON COLETTA ENTRA NELLA STORIA DELLA TV

Stefano Coletta nuovo Direttore di Rai1
Il nuovo Direttore di RAI 1 Stefano Coletta

Un anno difficile è iniziato  così anche per il mondo della televisione, il coronavirus sta occupando come è giusto che sia, i palinsesti della tv pubblica e privata, Rai1 dal canto suo ha dovuto plasmare velocemente il palinsesto all’emergenza che il paese sta vivendo in questo momento, Stefano Coletta Direttore di Rai1,  lo sta facendo egregiamente, il suo lavoro una missione vera e propria, primo telespettatore della sua tv, uomo di una umiltà straordinaria.

Lasciato Sanremo alle spalle in cui la kermesse ha segnato il suo record storico di ascolti, da  quando a fine gennaio la pandemia è entrata a gamba tesa in Italia (con la coppia dei due turisti cinesi ricoverati allo Spallanzani di Roma), da quel momento è scoppiata nel bel paese con 140 mila  circa casi di contagiati e oltre 17 mila vittime.

Tante le decisioni non proprio a cuor leggero ha dovuto prendere l’uomo Coletta, prima ancora del Direttore di rete, trasmissioni dove il pubblico era elemento dominante sono state dovute chiudere, in ottemperanza ai Dpcm che si sono susseguiti con grande sofferenza, studi senza pubblico e opinionisti, molti inviati delle trasmissioni in quarantena che con tutta la sua umanità ha seguito direttamente uno ad uno come solo un Padre di famiglia sa fare con apprensione e senso di appartenenza all’azienda di Stato.

La battaglia è appena iniziata, ma la rete è riuscita a mantenere alti ascolti e sopratutto l’attenzione sulla pandemia, Tg, talk show e trasmissione di approfondimento tutte plasmate intorno al momento di estrema emergenza globale, all’insegna del servizio pubblico e dell’informazione, dalla mattina a partire con “Unomattina”, “Storie Italiane”, “Vita in Diretta”,  fino alla sera con “Porta a Porta” e “Frontiere”, la rete è stata in grado di intercettare la sete d’informazioni sul Covid-19, tra l’altro imponendosi contro i competitor.

Nel pre-serale e nell’access prime Rai1 ha mantenuto, seppur in replica i game show amati dai telespettatori, per allentare la tensione nelle case degli italiani e strappare qualche risata con Flavio Insinna con l'”Eredità” e Amadeus con “I Soliti Ignoti” format ambedue campioni di ascolti.

Rai1 in questi giorni ha raccontato  la pandemia, la sofferenza, il coraggio della  nostra Italia e del mondo,  fotogrammi indelebile, ma le immagini del Santo Padre del 27 marzo in diretta  in una Piazza San Pietro vuota  rimarranno nella storia dell’umanità, seguita in silenzio dal 32.7% di telespettatori sulla rete ammiraglia, in mondovisione da oltre 32 milioni di fedeli.

Non volendo Coletta e Rai1 sono entrati nella storia della Tv, guidando come solo un maestro sa fare  con la sua orchestra, le  trasmissioni, i Tg l’intrattenimento, coordinati minuto dopo minuto intervallati dagli aggiornamenti di Rainews  come un puzzle ben armonizzato, si spera che il sole torni a risplendere e tutte le trasmissioni tornino al proprio posto.

               Marco Ferraglioni