INTERVISTA A VIRA CARBONE

Vira Carbone
Vira Carbone conduttrice Rai1

Si discute molto di nuovi palinsesti. Tu Vira sei confermata con Buongiorno Benessere?

 

Certo. Confermata con tutta la preziosissima squadra che dal 2013 lavora insieme a me. E quest’anno ci saranno tante novità.

 

Ci anticipi qualcosa?

 

In realtà stiamo lavorando a nuove piccole sorprese da inserire all’interno di Buongiorno Benessere. Piccole novità delle quali pero’ non posso ancora anticipare nulla perche’, sono d’accordo con il nostro amatissimo direttore di rete Stefano Coletta, che ne avremmo discusso diffusamente a luglio. Con calma. E insieme. Stefano è un uomo attentissimo ad ogni singolo prodotto della rete. E segue personalmente ogni momento della programmazione di rai 1.

Naturalmente terremo conto delle richieste del pubblico che ogni anno, in maniera sempre crescente, ci premia con ascolti che sono davvero straordinari.

 

Ascolti. Ascolti ottimi. Buongiorno Benessere e’ in crescita costante dal 2013. Dove volete arrivare?

 

Il 13 ottobre del 2013 scrissi, con una mail indirizzata all’allora direttore di rai1 Giancarlo Leone, un format di “medicina col sorriso”. Che avrebbe poi assunto, dalla prima puntata, il nome di “Buongiorno Benessere”.

Ero molto ipocondriaca e proposi al mio direttore un programma di medicina che potesse spiegare “rassicurando”  le varie patologie e indicare le opportune vie di prevenzione , diagnosi e cura. Il direttore poche settimane dopo, decise di farmi partire con 10 puntate. Ricordo che furono inserite in palinsesto la domenica mattina alle 10.

 

Tu però sei in onda da 7 anni di sabato mattina?

 

Certo. Sono in onda di sabato da 7 anni per un motivo. Quelle dieci puntate di prova domenicale, andarono cosi bene in termini di ascolti e di gradimento , che partì immediatamente un programma simile al nostro ,mi pare su canale 5, il sabato. Allora, proprio io, proposi al direttore di spostarmi al sabato perché, essendo una che nella vita “ non ha paura”, chiesi di andare in onda in contemporanea con l’altro programma. Certa del risultato di rai 1. Che dire………….. Da allora Buongiorno Benessere è leader indiscusso, in ogni puntata, di tutto il palinsesto televisivo italiano di quella fascia oraria del sabato. Siamo in onda ogni sabato, anche d’estate in replica, e gli ascolti parlano da soli. Quel programma di canale 5 mi pare non esista più.

 

Da tre mesi stai andando in replica. Perchè?

 

Il Covid ha ristretto la normale programmazione televisiva. Però devo dirti che, in replica, Buongiorno Benessere fa il 15 per cento di ascolti. Anche di più. Giuro. Controlla se non ci credi.

 

Qual è il segreto di tanto successo?

 

 

L’amore. Primo segreto e’ l’amore. Io sono giornalista professionista, da tantissimi anni lavoro in rai. Amo la mia azienda. Amo infinitamente il mio lavoro. Pensa che da bambina  venivo a Roma con i miei genitori, vedevo il cavallo della Rai e dicevo a mamma e a papà che un  giorno avrei lavorato li. E per tutta la vita ho studiato e fatto tanta, tanta, tanta gavetta. Per arrivare li, per  lavorare onestamente nell’azienda del “cavallo dorato”. E la squadra di Buongiorno Benessere è una squadra fortissima. Vedi, noi costiamo pochissimo,  siamo prodotti internamente, lavoriamo con estremo scrupolo e spirito di servizio pubblico, e andiamo molto d’accordo. A questo aggiungi il mio smisurato amore per la medicina.

 

Sei un medico mancato?

 

Passo le mie giornate approfondendo, leggendo le più prestigiose riviste scientifiche mondiali, andando in giro a mie spese nei centri d’eccellenza ospedalieri italiani per scoprire sempre nuovi medici , nuove frontiere e nuove terapie. Vivo il mio lavoro come una missione. Per me la salute deve essere un diritto di tutti. E io a Buongiorno Benessere, con la squadra di autori e collaboratori, ho portato in tutti questi anni eccellenze mediche europee e italiane  sulla rete ammiraglia. Sono nostri ospiti abituali per esempio il prof. Antonio  Ascierto (oncologo del Pascale di Napoli di fama mondiale per quanto riguarda il melanoma), il prof  Antonio Rebuzzi (direttore Unità Operativa complessa di terapia intensiva Cardiologica Policlinico Gemelli), il prof  Franceco Musumeci, (cardiochirurgo Primario San Camillo), il prof Girolamo Mattiolo (Ordinario Chirurgia pediatrica Ospedae Gaslini di Genova), il prof Gino Gerosa ( Presidente Società Italiana cardiochirurgia e inventore del primo cuore bionico), il prof Alessndro Parolari ( Presidente Fondazione Cuore Domani), il prof  Luca Richeldi (Ordinario malattie respiratorie), il prof.’ Rocco Bellantone (Preside della Facoltà di medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica), il prof Paolo Petralia (direttore generale IRCCS Gaslini di Genova), il prof Alberto Villani (Presidente della Società Italiana di Pediatria), il prof  Paolo Marchetti (oncologo di fama europea), la prof. ssa Ketty Peris  (direttore Unità Operativa complessa dermatologia Policlinico Universitario Gemelli), il prof Paolo Vitti (ordinario di endocrinologia di fama europea), il prof Ruggero de Paulis (Presidente Società Europea di cardiochirurgia nonché inventore del metodo De Paulis), il prof Alberto  Mantovani, (Direttore scientiico di Humanitas), il prof Giovanni Scambia (Direttore Unità Operativa Complessa ginecologia oncologica), il prof  Giampaolo Tortora (direttore unità operativa complessa oncologia medica), il prof  Claudio Bassi (autorità mondiale per la chirurgia del pancreas),  il prof Ugo Pastorino (direttore chirurgia toracica Istituto Nazionale Tumori), il prof Corrado Tinterri (direttore Brest Unit senologia  Cancer Center Humanitas), il prof Erino Rendina (professore ordinario e direttore Cattedra di Chirurgia toracica Sapienza Università di Roma), prof. Walter Ricciardi ( Organizzazione Mondiale Sanità), prof Davide Maria Donati (Direttore Clinica Ortopedica a indirizzo oncologico Rizzoli di Bologna), Prof. Carlo Selmi (Responsabile Reumatologia e Immunologia clinica Humanitas di Rozzano), prof. Giulio Maira (neurochirurgo di fama europea). E tantissimi altri grandi medici ospedalieri italiani.. E posso dire che ormai io stessa sono per costoro, un importante riferimento . Insomma grandi grandi soddisfazioni. Tutto nel solo interesse del pubblico di rai1. Servizio pubblico allo stato puro.

 

 

Se tu potessi esprimere un desiderio quale sarebbe?

 

Fare Buongiorno Benessere tutti i giorni della settimana. Naturalmente!

 

Marco Ferraglioni